mi interessa

... l’istruzione di qualità non è un obiettivo in sé, ma uno strumento per raggiungere tutti gli altri obiettivi ...

INTRO

Fu Don Milani ad adottare il motto «I care», letteralmente «Mi importa, ho a cuore». Questa frase scritta su un cartello all’ingresso della scuola di Barbiana, riassumeva le finalità di cura educativa di una scuola orientata a promuovere una forma di sollecitudine per l’altro attenta e rispettosa, sollecitando una presa di coscienza civile e sociale. 
La teorica politica Joan Tronto nell'I Care ha distinto i concetti di "prendersi cura di" caring for, che si riferisce agli aspetti più concreti della cura, "interessarsi a " caring about, che descrive il nostro investimento emotivo e il nostro attaccamento agli altri, e "prendersi cura con" caring with, che si riferisce a come ci mobilitiamo sul piano politico per trasformare il nostro mondo. La cura non ha a che fare soltanto con le nostre relazioni più intime, come la famiglia e le amicizie, ma prende forma anche nei contesti che abitiamo e attraversiamo: comunità locali, quartieri, biblioteche, scuole e parchi, gruppi e reti sociali di appartenenza.   
Ogni singola persona deve essere cosciente del proprio ruolo nel contribuire al raggiungimento dei risultati voluti. Si tratta di una responsabilità che comincia dai gesti quotidiani, dalle buone abitudini e dai comportamenti virtuosi nella nostra vita di tutti i giorni. E per moltiplicare queste buone pratiche, anche un semplice cenno gentile, un nudge, rivolto alle persone che ci circondano, anche a quelle meno informate, può rappresentare un enorme contributo all'edificio di un'Europa più sostenibile.

BAGAGLIO

* Heidegger e la cura 
* Richard Thaler (premio Nobel per l’Economia nel 2017) e Cass R. Sunstein

STRUMENTI

* www.euclipa.it
* www.footprintcalculator.org
* Goal 13 e Goal 4 dell’Agenda 2030
* D.P.R.16 aprile 2013, n.74 che definisce i criteri generali in materia di esercizio, conduzione, controllo, manutenzione e ispezione degli impianti termici per la climatizzazione invernale ed estiva degli edifici e per la preparazione dell’acqua per usi igienici e sanitari 
* D.M. 10 febbraio 2014 che introduce e definisce il nuovo modello di libretto di impianto per la climatizzazione degli ambienti e il rapporto di controllo di efficienza energetica
* ENEA, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, ha il compito di supportare pubblica amministrazione, imprese e cittadini nel conseguimento degli obiettivi strategici di efficienza energetica

DESCRIZIONE

Con questo lavoro intendiamo offrire il nostro contributo per coinvolgere la comunità scolastica nella promozione attiva di comportamenti e politiche a favore del clima con delle azioni rivolte specificamente alle scuole. Gli esercizi qui raccolti descrivono alcuni interventi applicabili a scuola volti a cambiare il comportamento delle persone per migliorare l’impatto delle loro azioni nel contrastare il cambiamento climatico senza alterare le loro opzioni di scelta. Sono spinte, ma gentili: i nudge. Essi nascono dalla constatazione che, sebbene razionalmente dovremmo scegliere l’opzione preferita tra quelle disponibili, in realtà le nostre decisioni sono spesso frutto di pulsioni emotive e altri fattori che ci allontanano dalla scelta migliore. I buoni propositi che facciamo a inizio anno senza poi riuscire veramente a portarli a termine, sono esempi molto comuni che evidenziano questo tipo di comportamento. I nudge ci aiutano a superare queste piccole irrazionalità e ci spingono ad adottare il miglior comportamento per noi e per la collettività aiutandoci al contempo a comprendere ed accettare, grazie ad un nuovo approccio di pensiero, più sistemico, le motivazioni alla base della necessità di tali comportamenti. 
La scuola come luogo dove si formano e strutturano i comportamenti sociali è un luogo perfetto per l’ideazione, la costruzione e l’utilizzo dei nudge per raggiungere questi obiettivi.

AREE TEMATICHE

Mobilità sostenibile per scoprire alternative valide e sostenibili nel modo di muoversi per le città e nel mondo.
Risparmio energetico per essere aggiornati sulle energie rinnovabili e sui nuovi modi di creare energia pulita, conveniente, affidabile e moderna. Controllo e manutenzione degli impianti termici.
Economia Circolare ed Eco-Food per passare da un sistema economico lineare a uno circolare, basato su soluzioni sostenibili e rinnovabili, dove il riuso e riciclo fanno da protagonisti; per conoscere tutte le novità sul sistema mondiale agricolo e alimentare.

INFORMIAMOCI E PARTECIPIAMO

Ci impegniamo a dare un contributo per aumentare la consapevolezza su come comportamenti individuali possano influenzare il cambiamento climatico con un progetto volto alla comunicazione e sensibilizzazione. Realizziamo una miniserie di Podcast di tre puntate ognuna dedicata ai temi qui affrontati: Mobilità sostenibile, Economia circolare ed Eco-Food, Risparmio energetico. 

INDIVIDUA IL COMPORTAMENTO DA CAMBIARE IN…

MOBILITA' SOSTENIBILE 
* Impegno a condividere una corsa, ad andare in bicicletta o a piedi invece che in auto.
* Impegno ad acquistare, prendere in leasing o provare una vettura elettrica o ibrida come prossimo veicolo.
* Impegno ridurre i voli di routine rimanendo sul posto, effettuando una videochiamata o trovando un nuovo modo per esplorare il mondo.
* Ogni volta che non usiamo l’ascensore risparmiamo circa 0,05 kWh. Salire e scendere le scale a piedi, servirà a ridurre i consumi energetici dell’azienda, ma sarà soprattutto un’opportunità per migliorare la propria salute. Migliora il tono muscolare, il sistema cardio circolatorio, le funzioni respiratorie e si bruciano calorie aggiuntive.
ECONOMIA CIRCOLARE, ECO-FOOD E COMUNICAZIONE
* Non gettiamo i mozziconi di sigarette per terra
* Utilizziamo i contenitori appositi per il riciclaggio 
* Ci impegniamo a evitare l'uso di plastica monouso e imparare a riciclare correttamente la plastica.
* Otteniamo materie prime essenziali, in relazione a possibili criticità dell’approvvigionamento e/o a notevoli ripercussioni sull'ambiente in fase di estrazione, a partire dal riciclaggio dei prodotti che le contengono (es. dispositivi elettronici di uso quotidiano quali i telefoni cellulari), così da rendere disponibile una fonte di approvvigionamento alternativa.
* Impegniamoci a scegliere come le istituzioni finanziarie utilizzano i tuoi soldi passando a opzioni rispettose del clima.
impegnati a contattare i funzionari eletti, autonomamente o con altri, e a chiedere loro di accelerare l'azione per il clima per tutti noi.
prendi l'impegno di ispirare la tua organizzazione ad attuare cambiamenti che contano parlando di azioni per il clima o rendendole parte del tuo lavoro.
* Impegno a collaborare con gli altri che stanno agendo sul clima, per un maggiore supporto e un maggiore impatto.
* Impegno a sostenere gli alberi aiutando gli esperti a piantare, proteggere e ripristinare le nostre foreste.
* Ripariamo e riusiamo
* Indossiamo abiti durevoli
* Impegno a ridurre lo spreco di cibo a casa tua assicurandoti di comprare solo il necessario, di mangiare il cibo che hai e di compostare quello che rimane. Mangiare sano contribuisce alla lotta contro il cambiamento climatico. Più verdure e meno carne hanno un impatto diretto sull’emissione di gas nocivi nell’atmosfera, sulla salute dei bambini stessi e sullo stile di vita futuro.
* riduciamo il food waste, il cibo scartato dai rivenditori e dai consumatori
* Le macchinette a scuola vengono, molto spesso, maltrattate con botte e spintoni dagli alunni nella speranza di ricevere le merendine rimaste incastrate, pur sapendo che per qualsiasi problema basta chiedere al bar. Mai più Crock Canyon incastrate!

RISPARMIO ENERGETICO
* Impegno a controllare la temperatura di casa con una tecnologia intelligente, acquistando un termostato intelligente o una pompa di calore.
* Impegno a utilizzare l'energia solare per alimentare la tua casa o riscaldare l'acqua, installando pannelli solari o uno scaldabagno solare.
* Limitare l’utilizzo dei cellulari per ridurre il consumo di energia elettrica
* Installare lampadine a risparmio energetico
* Chiudere porte e finestre per evitare dispersioni di calore
* Se la temperatura dell’aula non è confortevole chiedere di regolare i radiatori
* Quando è necessario acquistare un nuovo apparecchio, la scelta deve ricadere su beni e servizi di classe energetica “A” o superiore in quanto garantiscono consumi energetici bassi, hanno impostazioni di risparmio energetico, come la funzione standby e quella di spegnimento automatico dei PC e stampanti, e le funzioni 
che riducono il quantitativo di inchiostro e di carta utilizzata, come le funzioni stampa fronte/retro, stampa multi pagina sul medesimo foglio e stampa bozza. 
* Quando possibile, bisogna preferire prodotti condivisibili in rete tra più utenti, 
specie nel caso di stampanti, fotocopiatrici, fax e scanner
* I notebook consumano molto meno dei PC desktop 
* I monitor LCD consumano circa la metà, o anche meno, dei vecchi monitor a tubo catodico, ormai quasi in disuso. I recenti monitor a LED consumano fino al 70% di energia in meno dei monitor LCD 
* Abilita le opzioni di risparmio energetico
* Disattiva lo screensaver quell’immagine animata o statica che trasforma il tuo PC in un quadro. E’ sicuramente gradevole da guardare ma consuma molta energia e spesso non fa attivare la funzione “sospendi”.
* Se non usi il PC per un lungo periodo di tempo, ricordati di spegnerlo e a fine della giornata lavorativa, stacca la spina del computer: il PC è uno di quegli elettrodomestici che assorbe dai 3W a 6W anche da spento. 
* Per l’acquisto di una stampante o fotocopiatrice scegli il modello che più soddisfa le tue esigenze, sia in termine di dimensioni sia in termini di prestazioni. Se possibile acquistane una, magari più performante. 
* Scegli prodotti con le certificazioni “energystar” ed “ecolabel”. La presenza di questi marchi è garanzia di qualità, di bassi consumi energetici e di rispetto per l’ambiente. 
* Spegni la stampante alla fine dell’orario di lavoro o nei periodi di inattività, staccandola completamente dall’alimentazione, perché la stampante continua a consumare energia anche se spenta.
* Stampa tutti i documenti in un’unica sessione questa scelta fa sì che la stampante raggiunga una sola volta la temperatura adeguata per la stampa.
* Visualizza sullo schermo l’“anteprima di stampa” per vedere se l’impaginazione e l’effetto visivo è quello desiderato. Evita di stampare più volte un documento ancora in lavorazione, fai le modifiche sul video e segna i commenti in formato elettronico, utilizzando la funzione “Commento”.
* Sostituzione delle lampade presenti nella cabina o nei display con lampade a LED. 
* Usa una multi presa per raggruppare computer e periferiche. Ancora meglio se la multi presa ha l’interruttore e il controllo di sovraccarico. 
* Usa i rilevatori di presenza, che accendono e spengono la luce automaticamente al bisogno
* Gli ambienti di lavoro devono essere ben illuminati, in modo da evitare zone d’ombra o, al contrario, abbagliamenti e riflessi
* Bisogna valorizzare il più possibile la luce naturale: è molto importante posizionare bene scrivanie e PC rispetto alle finestre 
* Non schermiamo le finestre con tendaggi troppo scuri, né troppo chiari. 
* Ricordiamo di spegnere le luci quando usciamo dall’ufficio e dagli ambienti comuni, come bagni, corridoi, scale, sale riunioni, ecc. 
* Chiedi di installare i sistemi di controllo del flusso luminoso
* Preferire una lampada da tavolo per l'illuminazione della scrivania.
* Non riscaldare o raffrescare le stanze che restano vuote
* Se si usano sale riunioni saltuariamente, ricordati di spegnere il riscaldamento a fine riunione
* Se fa troppo caldo, non aprire le finestre e non ti spogliare, ma chiedi di abbassare la temperatura ambiente
* Tieni le finestre chiuse quando l’impianto è acceso e se fa freddo fai alzare la temperatura impostata
* Per cambiare l’aria nelle stanze basta aprire le finestre per pochi minuti. E’ assolutamente controproducente tenere le finestre socchiuse per ore. 
* Ricordati di tenere la porta dell’ufficio chiusa in modo da climatizzare solo l’ambiente dove lavori.
* Non coprire i radiatori con “copri-termosifoni” o tende.
* Durante la stagione estiva è consigliabile impostare la temperatura ambiente non oltre sei gradi in meno rispetto alla temperatura esterna. Si evitano così colpi d’aria e raffreddori e si riducono i consumi di energia.
* Spegniamo l’aria condizionata almeno mezz’ora prima di uscire dall’ufficio, per potersi meglio adattare alla temperatura esterna. Una buona alternativa al condizionatore (soprattutto nelle località più umide) è quella del deumidificatore.
* Indossare ciascuno una maglia in più, nonostante non segua i canoni della moda, così da poter mantenere nelle classi una temperatura più bassa, salvaguardando l’ambiente. (Elena)

DIVENTA ARCHITETTO DELLE SCELTE

1) Crea il tuo gruppo di lavoro dividendo la classe per ruolo:
   SPEAKER
   MUSICISTA
   ADDETTA/O MONTAGGIO VIDEO
   REDATTRICE/ORE SCHEDA ARGOMENTO
   REDATTRICE/ORE SCALETTA REGISTRAZIONE
   INTERVISTATRICE/ORE
   REGISTA
2) Scegli il tema da trattare:
   RISPARMIO ENERGETICO
   MOBILITA' SOSTENIBILE
   ECONOMIA CIRCOLARE e ECO-FOOD 
3) Scegli una tipologia di intervento:
   NORME SOCIALI
   PLEDGE
   COMMITMENT
   FEEDBACK
   GAMIFICATION
   DEFAULT
4) Progetta il nudge
5) Trasforma il nudge in una domanda-stimolo per la riflessione sulla sua efficacia    
   e applicabilità da porre al destinatario del nudge scelto:
   DIRIGENTE SCOLASTICO
   PERSONALE AMMINISTRATIVO E TECNICO
   PERSONALE ATA
   DOCENTI
   STUDENTI
   GENITORI
   TESTIMONIAL
   POLITICI
   FORNITORI ESTERNI  
6) Realizza l'intervista radiofonica
   Chiedere l'autorizzazione a registrarne la voce (che resterà comunque anonima).    
   Assicurati che la registrazione sia chiara e priva di rumori di sottofondo.   
   Ricorda di riportare il nome con il cognome puntato, l'età e il sesso (M,F,N)  
   dell'intervistata/o. 
7) Scrivi una scheda riflessiva sul tema scelto e registra i singoli interventi
8) Scegli le musiche
9) Scrivi la scaletta di registrazione
   DURATA TOTALE: 20m.
   MUSICA: 1m.
   DESCRIZIONE: 1m. (Trailer)
   PRESENTAZIONE: 3m. 
   LETTURA: 3m.
   INTERVISTE: 5m.
   COMMENTO: 3m.
   SIGLA: 2m.
   BACKSTAGE: 2m.  
10) Monta l'audio per il podcast 

SCEGLI IL TUO NUDGE

* Distinguendo chi viene a scuola sostenibilmente (piedi/bici/treno/bus/monopattino) da chi arriva in auto, possiamo generare una norma sociale che inviti a muoversi sostenibilmente. Come? Prendi una lavagna o un pannello da porre all’ingresso della scuola dove registrare i numeri delle persone arrivate con un mezzo ecologico. È possibile incrementare questo numero? (MOBILITA')
* Un gruppo di ricercatori ha mandato negli USA bollette personalizzate in cui le case ricevevano informazioni sul loro consumo relativo ai loro vicini di casa. Se consumavano più dei vicini veniva aggiunto una faccina triste; se consumavano meno una faccina felice. I ricercatori hanno osservato che coloro che ricevevano una bolletta che diceva che avevano consumato più dei loro vicini, diminuivano i loro consumi nel mese successivo (Schultz et al., 2007; Allcott, 2011). 
*  Vengono installati piccoli canestri che fanno da cestini per la spazzatura per far sì che le persone con l'intento di far canestro buttino i rifiuti in modo corretto divertendosi. (Sarah ECONOMIA)
* Viene istituito un diario delle azioni a favore del clima per ogni classe. Un insegnante o uno studente è responsabile di tenere il diario. All’inizio di ogni settimana si dedica un’ora di tempo per chiedere ad ogni studente della classe un impegno per la settimana che inizia. L’impegno viene registrato sul diario. Per impegno si intende un obiettivo quantitativo misurabile, verificabile e riferito ad un definito periodo di tempo come per esempio “Mi impegno a mangiare carne solo tre volte in una settimana” o “Mi impegno a convincere i miei genitori a prendere la macchina solo 4 volte a settimana”. Si chiede ad ogni studente di monitorare il proprio comportamento misurando quello che ha fatto durante la settimana. Alla fine della settimana ogni studente annuncia in classe se ha raggiunto l’obiettivo. (MOBILITA'3)
* Un gruppo di ricercatori in accordo con una banca delle Filippine ha offerto ai clienti della banca un conto bancario che permetteva ai clienti di mettere dei soldi in un conto separato e bloccare questi soldi per quanto tempo loro volessero. Essendo questo un costo perché blocca dei soldi che sono inutilizzabili, tale scelta può essere spiegata solo con la volontà dei clienti di crearsi un commitment per non spendere troppo. Infatti i risultati dimostrano che i consumatori più impulsivi e con meno self-control sono quelli che scelgono questo conto. Per loro questo conto equivale a risparmiare l’80% in più di quanto avrebbero fatto se non avessero avuto l’opzione commitment (Ashraf et al., 2006).
* Costruisci una scatola sicura in cui mettere in ogni classe per riporre i cellulari ad inizio lezione e riprenderli alla fine.
* Organizza una gara per un mese chiedendo agli studenti di registrare per le prime due settimane il livello della batteria dello smartphone prima di ricaricarlo a fine giornata. Nelle due settimane successive gli studenti dovranno aumentare la percentuale di batteria residua registrata a fine giornata. (ENERGIA) 
* Uno studio recente ha dimostrato che installando un piccolo apparecchio sul tubo della doccia che misura la quantità di acqua utilizzata si può ridurre notevolmente il consumo di acqua fornendo ai consumatori il costo ambientale del loro utilizzo della doccia. (ENERGIA)
* Fai installare un pannello che periodicamente fa il resoconto dell’energia utilizzata in termini di CO2.  
* Nei bagni dell’aeroporto di Schiphol, ad Amsterdam le autorità hanno fatto incidere l’immagine di una mosca nera in ciascuno degli orinatoi nei bagni degli uomini. Gli uomini di solito non prestano molta attenzione a dove mirano, ma se vedono un obbiettivo, l’attenzione e quindi l’accuratezza aumenta. (Thaler and Sunstain, 2014). (Tommaso M. ECONOMIA)
* Costruisci un box con due opzioni di voto che attirano l’attenzione dei fumatori che eviteranno di buttare le sigarette in terra per esprimere la loro scelta, proprio come l’esempio della fotografia preso dalla spiaggia di Anglet vicino a Biarritz sull’Atlantico in Francia. Il nudge consisteva nel proporre di votare con i mozziconi di sigarette (e così evitare di lasciarle nella sabbia) dando la loro preferenza per una spiaggia con tavole da surf o ombrelloni. (ECONOMIA)
* Nonostante le indagini campionarie negli USA dimostrino che la maggior parte delle persone è favorevole a donare i propri organi in caso di morte, la maggior parte di queste non cambia il default che è quello di non donare. Se però gli viene data la scelta tra essere un donatore o no, la maggior parte sceglie di essere donatore. Quindi la migliore architettura delle scelte è di imporre come default la donazione che corrisponde sia al desiderio della maggioranza sia al maggior benessere sociale. In un esperimento online, uno studio ha dimostrato che la percentuale di chi sceglie la donazione è vicina all’80% se il default è donazione (Opt-Out) o se non c’è default e le persone sono obbligate a scegliere, mentre è più bassa quando il default è di non donare (Opt-In). Fonte: Johnson and Goldstein (2003). 
* Ogni segreteria didattica manda migliaia di mail all’anno, perché non mandare in ogni mail come default anche un messaggio a favore del clima? Moltissimi genitori consultano il registro elettronico, prenotano i colloqui e interagiscono con la scuola utilizzando strumenti elettronici. Aggiungi o fai aggiungere un messaggio di default a tutte le tue mail, al registro elettronico, a tutte le comunicazioni online. Crea i nudge di default sulle azioni che possono influenzare il clima che ti sembrano le più urgenti per la tua scuola (per esempio riutilizzare i vestiti o comprare vestiti usati). (ENERGIA)
* Fai costruire rastrelliere per le biciclette nei pressi della scuola per rendere più difficile il parcheggio delle macchine. Questo renderà di default recarsi a scuola a piedi o utilizzando la bicicletta. (MOBILITA')
* Costruisci una scatola con un sondaggio (Es.Ti piacciono più i Beatles o i Rolling Stones?) per spingere al riciclaggio dei rifiuti. (ECONOMIA)
* Come misurare il consumo di un apparecchio elettronico. Sul retro di ogni apparecchio è visibile una etichetta con scritta l'indicazione della potenza massima (ad es. 40 W) assorbita. Per misurare il consumo reale giornaliero, settimanale o mensile di un apparecchio elettronico basta usare un comune wattometro. Basterà inserirlo in una presa elettrica e poi collegarvi l’apparecchio. Il wattmetro, oltre alla potenza istantanea assorbita, mostrerà i kWh assorbiti nell'arco di tempo desiderato e, se inserite il costo a kWh, può calcolare anche la spesa corrispondente. (ENERGIA)
* Un odore buono diffuso spinge a entrare in un negozio di alimenti.
* Mettere l'offerta di frutta e verdura all'inizio della spesa fa sentire il consumatore legittimato a comprare tutto il resto.
* Organizza un sorteggio con premio che non hai se hai preso la macchina e non hai utilizzato un mezzo eco-sostenibile. (MOBILITA' 1)
* Disegna un dito che evidenzia l'interruttore della luce per invogliare a farlo spegnere quando non serve. 
* Sapere da dove vengono i materiali di cui sono fatti i cellulari contribuisce ad averne più cura. (ECONOMIA)
* Realizzazione di una app per car pooling. (MOBILITA')
* Realizzazione di colonnine per bici elettriche – monopattini - auto. (MOBILITA')
* Realizzazione nei parcheggi di rastrelliere moderne per bici tradizionali o per bici elettriche. (MOBILITA')
* Realizzazione di azioni di informazione e comunicazione (podcast, brochure, documenti informativi).
* Installazione di un sistema di rilevazione della CO2, polveri sottili e biossido d’Azoto.
* Fingere che il distributore automatico sia qualcuno che non feriresti mai. Potrebbe essere: un gattino di TikTok, un Pikachu. (Alessia ECONOMIA). 
* Inserire uno o più distributori di acqua e bevande all’interno della scuola, nei quali ogni studente, prima di ottenere il proprio ordine debba inserire un codice assegnato dalla scuola e diverso per ogni alunno. La scuola così avrà la possibilità di vedere i codici inseriti più spesso, ovvero gli studenti che hanno utilizzato più volte i distributori e potrà assegnare dei premi, ad esempio una merenda gratis a settimana all’alunno che lo ha utilizzato di più. (Domenico ECONOMIA)

* Una gara dove verranno creati oggetti e gioielli con materiale riciclato da indossare come simbolo di sensibilizzazione contro l'inquinamento atmosferico.
* Volontariato degli studenti per pulire gli spazi esterni della scuola e alla fine di ogni mese il volontario più attivo riceverà una maglietta dell'Istituto. (Ilaria ECONOMIA)

FAI LE TUE DOMANDE

DOMANDE SULLA CURA
* Qual è la parola con cui definireste la nostra epoca?
* Puoi descrivere cosa significano per te questi tre aspetti: "prendersi cura di" "interessarsi a" e "prendersi cura con"?
* Come possiamo creare delle comunità che rendano le nostre vite migliori, più felici o addirittura, in alcuni casi, anche solo possibili?
* Che tipo di infrastrutture sono necessarie a creare comunità capaci di prendersi cura?
+ Quanto, nelle nostre azioni, noi mettiamo a tema questo " mi occupo di", "mi appassiono", "ne va della mia vita"?
* Quale soluzione proporrebbe per far si che gli studenti possano lasciare le aule pulite? (Michela)
DOMANDE SULL'IMPRONTA ECOLOGICA DEI PROPRI COMPORTAMENTI 
* Quanto spesso mangi carne, pesce e altri derivati animali?
* Quanto del cibo che mangi è fresco, non confezionato o coltivato localmente?
* In che percentuale l'energia elettrica della tua casa deriva da fonti rinnovabili
* Quanti rifiuti produci rispetto ai tuoi vicini?
* Percuotere le macchinette ripetutamente può provocarne la rottura. Ti rendi conto che la scuola non sarà in grado di sostituirla, e ciò che otterremo sarà solo uno svantaggio per noi? 


DOMANDE SULLA MOBILITA'

1) Sarebbe disposto a organizzare un sorteggio, una volta al mese, con premio da non dare a chi in tutta la comunità scolastica, in quella giornata, ha preso la macchina e non ha utilizzato un mezzo eco-sostenibile. (Vicepreside)
2) Quanti chilometri percorri ogni settimana in macchina o in moto? Perché non utilizzi i mezzi pubblici? Se fossero più efficienti saresti disposto a sostituirli alla macchina o alla moto? (Studente 4ATM)
3) Quando viaggi in auto, quante volte viaggi con qualcun altro? Conosci la pratica del car pooling? No: Il car pooling... Si: Pensi che possa essere una valida pratica per ridurre traffico e inquinamento? (Studente 4ATM)
4) Saresti disposto a impegnarti per l'acquisto di un mezzo di trasporto a basso impatto ambientale e ad annunciare entro quest'anno l'obiettivo raggiunto? (Testimonial) 
5) Cosa ne penseresti se la scuola decidesse di togliere/ridurre i parcheggi per automobili sostituendoli con parcheggi per bici, monopattini e auto elettriche? Se le dicessi che alcune scuola in Europa hanno eliminato completamente i parcheggi per le auto al fine di incentivare l'uso di altri mezzi più ecologici, prenderebbe in considerazione questo nudge? (Docente) 
* Qual è il consumo medio di carburante dei veicoli che usi più spesso?
* Quanti chilometri percorri ogni settimana con i mezzi pubblici?
* Quante ore viaggi in aereo ogni anno?
6) Come attuare il car pooling? Si potrebbe aprire una pagina Instagram per mettere in contatto le persone, in modo tale da raggrupparle attraverso sondaggi, per scoprire le esigenze e le disponibilità di ognuno. Questo progetto potrebbe trasformarsi in un momento rilassante e piacevole della giornata (Gaia a Tecnico).

PRESENTA IL PROGETTO

Indaga sui concetti di: mutuo soccorso, spazio pubblico, condivisione di risorse, democrazia di prossimità, poi scrivi un breve testo riportando le tue riflessioni sul tema.

OBIETTIVI

* I gruppi di studenti potrebbero dare una spinta gentile a favore del clima con le comunità intorno alla scuola (locali, palestre, bar, altri commerci, luoghi di ritrovo, associazioni, ecc.) coinvolgendo le loro famiglie. 
* Applicare i nudge al cambiamento dei comportamenti riassume i tre ambiti cognitivi, emotivi e comportamentali dell’apprendimento e può contribuire a sviluppare emozioni positive utilizzando creatività e solidarietà verso la collettività a favore della natura.
• Sviluppare, attraverso un percorso virtuale interattivo, competenze trasversali e
tecniche connesse alla transizione ecologica.
• Comprendere attraverso un percorso tematico "learning by doing" come mettere in
pratica gli obiettivi sostenibili dell'agenda 2030.
• Didattica digitale integrata per guidare i giovani in un processo di apprendimento
che partendo da obiettivi specifici li porti a misurarne i risultati.
• Progetti pratici che partendo dallo studio teorico favoriscono il coinvolgimento dei docenti e dei ragazzi in un sistema di gamification didattico, con valutazioni e premiazioni.

NOTE A MARGINE

Visita: Euclipa Italy (2022) Community degli ambasciatori italiani per il patto per il clima EU, #Nudgeforclimate, Istruzioni per l’applicazione di nudge a scuola per la lotta contro il per l’applicazione di nudge a scuola per la lotta contro il cambiamento climatico.
/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.