i primi filosofi e l’arché

    ... niente può essere 
       creato dal niente ...

INTRO

La nascita della filosofia, intesa come indagine razionale distinta dal mito e dalla religione, è collocata nella Grecia del VII-VI sec.a.C. Questo periodo è detto cosmologico per l'indagine dei primi pensatori intorno al cosmo, inteso come ordine della natura. Essi cercano di andare oltre l'esperienza sensibile e spiegare la natura a partire dalla ragione, lógos, e da un principio, arché, legge che governa la vita, il mutamento e la molteplicità. 

BAGAGLIO

* Mito
* Natura
* Cosmologia
* Biografie
* Contesto
* Bioetica: l'essere umano e l'ambiente

STRUMENTI

* Dizionario filosofico
* Mappe concettuali
* Prospettive del pensiero, Loescher
* Il principio responsabilità, Hans Jonas
* Legge europea sul clima, 2021, Bruxelles

DESCRIZIONE

IL FILM

Avatar è un film di fantascienza del 2009 scritto e diretto da James Cameron. Nell'anno 2154 la Terra deve affrontare gravi problemi ecologici e scarsità di risorse energetiche causati dall'eccessiva industrializzazione. Una potente compagnia interplanetaria si spinge sul pianeta Pandora - situato a 44 anni luce dalla Terra - per estrarre dai suoi giacimenti un prezioso minerale. Pandora è un mondo incontaminato dove la natura per i suoi abitanti è un sistema retto da un principio vitale attraverso il quale tutte le creature sono interconnesse. 

ATTIVITA

Il termine natura deriva dal greco physis intendendo con esso non soltanto le manifestazioni concrete e visibili della realtà ma anche il principio originario di tutte le cose, materia vivente e generatrice. Inoltre è anche Kosmos, un tutto cioè ordinato e armonico. A partire dallo spunto offerto dal film Avatar e dalle tesi dei presocratici approfondiamo il rapporto tra uomo e natura analizzando le due diverse posizioni:
a) Prospettiva teoretica-contemplativa. La natura va compresa e rispettata ascoltando la sua "voce". Il mondo è qualcosa che ci è dato, ma che non ci appartiene. Gli esseri umani non hanno speciali diritti sul cosmo ma ne sono gli interpreti (Presocratici) e l'essere umano ne è solo una piccola parte.
b) Prospettiva pratico-applicativa. 
La natura è una risorsa da sfruttare in relazione ai bisogni umani intervenendo e modificando con conseguenze su altri organismi viventi e alterando l'equilibrio naturale.