Tag: giacomo leopardi

il metodo autobiografico

Posted on Ottobre 27, 2012 in [email protected]@, scienze [email protected]

Per quanto tu possa camminare, e neppure percorrendo intera la via, tu potresti mai trovare i confini dell’anima: così profondo è il suo lógos. Eraclito

Il Professore Duccio Demetrio ci parla di Autobiografia.

Conosci te stesso – Massimo Cacciari

Sant’Agostino. Un graphic novel che narra la vita di Agostino prendendo spunto dalle Confessioni.

Mi inoltro in un’impresa senza precedenti, l’esecuzione della quale non troverà imitatori. Intendo mostrare ai miei simili un uomo in tutta la verità della sua natura; e quest’uomo sarò io.

Io solo. Sento il mio cuore e conosco gli uomini. Non sono fatto come nessuno di quanti ho incontrati; oso credere di non essere fatto come nessuno di quanti esistono. Se pure non valgo di più, quanto meno sono diverso. Se la natura abbia fatto bene o male a spezzare lo stampo nel quale mi ha formato, si potrà giudicare soltanto dopo avermi letto.
Les pas de Jean-Jacques Rousseau : Bourgoin, les confessions

Introduzione al primo programma televisivo di veri psicoplays terapeutici, mai realizzato nella storia della televisione. Una produzione Raitre (diretta da Angelo Guglielmi) del 1992 ideata e condotta da Ottavio Rosati con la regia televisiva di Claudio Bondì.

Le memorie di una ragazza perbene – Simon de Beauvoir

Dal profondo dell’Anima – documentario su C. G. Jung

Sceneggiato RAI del 1988 – “La coscienza di Zeno”, tratto dal capolavoro omonimo di Italo Svevo, con protagonisti Johnny Dorelli (nel ruolo di Zeno Cosini) Ottavia Piccolo (Augusta Malfenti Cosini) ed Eleonora Brigliadori (Ada Malfenti Speier).

Alla Ricerca di Marcel Proust.

Giacomo Leopardi – Zibaldone di pensieri (1798-1837)

Vita scritta da esso di Vittorio Alfieri

Giacomo Casanova, Histoire de ma vie, 1822

Mappa Digitale

sotto il segno di saturno

Posted on Luglio 7, 2012 in scienze

Kyle Baker

« Verrà un giorno che l’uomo si sveglierà dall’oblio e finalmente comprenderà chi è veramente e a chi ha ceduto le redini della sua esistenza, a una mente fallace, menzognera, che lo rende e lo tiene schiavo… l’uomo non ha limiti e quando un giorno se ne renderà conto, sarà libero anche qui in questo mondo »

È la bellezza un raggio | di chiarissima luce | che non si può ridir quanto riluce | né pur quel ch’ella sia. | Chi dipinger desìa | il bel con sue parole e i suoi colori, | se può dipinga il sol.

Il Combattimento de Tancredi e Clorinda (1624) di Claudio Monteverdi
Testo: “Gerusalemme Liberata”
Canto XII, 52 – 62, 64 – 68 di Torquato Tasso

Le opere di genio, quando anche esprimano le più terribili disperazioni, servono sempre di consolazione. giacomo leopardi

Maria Callas – D’amore al dolce impero

C’è un tale Michelangelo da Caravaggio che a Roma fa cose notevoli […] costui s’è conquistato con le sue opere fama, onore e rinomanza. […] egli è uno che non tiene in gran conto le opere di alcun maestro, senza d’altronde lodare apertamente le proprie. […] Ora egli è un misto di grano e di pula; infatti non si consacra di continuo allo studio, ma quando ha lavorato un paio di settimane, se ne va a spasso per un mese o due con lo spadone al fianco e un servo di dietro, e gira da un gioco di palla all’altro, molto incline a duellare e a far baruffe, cosicché è raro che lo si possa frequentare. (Karel van Mander)

Caravaggio (Derek Jarman, 1986)

« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un’idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
(Johann Wolfgang von Goethe)

“An epic tale of an uncompromising artist and fighter for freedom, Domenicos Theotokopoulos, known to the world as «El Greco». Set in the 16th century, El Greco’s search for freedom, and love, ranges from the courts of Crete and Venice to Toledo in Spain. Here he is confronted by his greatest adversary the Holy Inquisition.”