Tag: Dreams Never End

onironautica

Posted on Marzo 9, 2013 in scienze

sandman_1

Tua madre aveva torto. Nei sogni puoi perderti. E quando ti svegli non sempre ritrovi te stesso. Sandman

New Order – Dreams Never End

Onironautica, o sogno lucido (dall’inglese lucid dream), è un termine coniato dallo psichiatra e scrittore Frederik van Eeden, per indicare un’esperienza durante la quale si può prendere coscienzadel fatto di stare sognando. Il sognatore in questione, detto onironauta, può quindi, con la pratica, esplorare e modificare a piacere il proprio sogno.

Apri gli Occhi di Alejandro Amenabar

TEST DI REALTA’

  • Saltare – Nel mondo dei sogni spesso la forza di gravità non agisce come nella realtà: saltare corrisponde il più delle volte a prendere il volo o rimanere sospesi a mezz’aria.
  • Leggere – Un test efficace consiste nel leggere una scritta qualsiasi, distogliere lo sguardo e poi provare a rileggerla. Nei sogni spesso le parole cambiano, non restano le stesse.
  • Guardare l’orologio – Nei sogni l’ora su un orologio digitale non rimane la stessa se la si legge più volte di seguito. Stranamente, di rado questo fenomeno si ha con gli orologi analogici (a lancette). Una spiegazione potrebbe essere che per leggere dei numerali lo sforzo mentale è maggiore (si devono mettere in serie dei simboli, come per la lettura), mentre per interpretare la posizione delle lancette è sufficiente riconoscere una forma geometrica, attività maggiormente legata alla vista.
  • Respirare – Se si riesce a respirare chiaramente con il naso pur essendoselo tappato o se si respira sott’acqua si sta sognando.
  • Guardarsi allo specchio – Spesso nei sogni la propria immagine riflessa allo specchio è deformata o sostituita con qualcosa d’altro o, anche, può non apparire. Talvolta lo specchio è molto sporco e non specchia affatto.
  • Spegnere la luce – Se in un sogno si prova a spegnere la luce, anche forzatamente (distruggendo la fonte), la luce non si spegne.
  • Accendere la luce – A volte può capitare di entrare in una stanza buia. Spesso provando a premere l’interruttore per accenderla non accade nulla.
  • Aprire la vista su nuovi spazi – Accendere la luce in una stanza buia, aprire una porta, usare un cannocchiale, sbirciare oltre un muro e via dicendo, può avere il sorprendente effetto di mostrare uno spazio indistinto senza contorni o contenuti discernibili (molto simile alla nebbia o al fumo).
  • L’impossibilità di ricordarsi o tracciare come si è arrivati ad una certa situazione è un altro metodo utilizzabile per capire se si sta sognando.

Cameron Crowe, Vanilla Sky, 2001

Richard Linklater, Waking life, 2001.

Calm down – L’arte del sogno (Loney Dear/Michel Gondry)

Satoshi Kon, Paprika – Sognando un sogno, 2006

Jake Paltrow, The Good Night, 2007

Christopher Nolan, Inception, 2010

wim wenders – until the end of the world