umanesimo e rinascimento

                     … o stirpe divina in vesti umane … 
Leonardo da Vinci, Uomo vitruviano, 1490 circa, punta metallica e inchiostro su carta, 34,4 x 24,5 cm, Venezia, Gallerie dell’Accademia

LA FIGURA DEL GENIO

L'uomo rinascimentale è l'intellettuale cosmopolita, artista, poeta, filosofo, scienziato e artigiano allo stesso tempo.
Scienza e pittura in Leonardo da Vinci
La scuola di Atene di Raffaello
Al centro della pagina di Leonardo è disegnato un uomo nudo in posizione centrale. Le braccia sono rappresentate in due posizioni. Totalmente distese all’altezza delle spalle. Formano una perfetta linea orizzontale perpendicolare al corpo. Nella seconda posizione sono invece leggermente sollevate e creano un angolo di circa 30° con la retta che passa attraverso le braccia sottostanti. La punta del dito medio di entrambe le mani tocca il cerchio nel quale si inscrive la figura. Invece le dita delle mani sottostanti toccano i lati del quadrato nel quale la figura viene racchiusa.
Le gambe sono anch’esse disegnate in due posizioni. Accostate in basso con il piede destro disegnato frontalmente e in scorcio e il piede sinistro disegnato lateralmente. Nella seconda posizione invece le gambe divaricate formano un angolo di circa 30°. I piedi poggiano poi su un cerchio il cui centro è rappresentato dall’ombelico dell’uomo.
La figura umana viene analizzata e misurata con strumenti matematici e geometrici. L’uomo è la misura di tutte le cose. Di conseguenza il disegno di Leonardo diventa anche simbolo di aspirazione ad un futuro migliore nel quale l’umanità assume sempre più la propria consapevolezza.
La ricerca delle proporzioni delle figure e soprattutto quella umana rivela la ricerca della bellezza. La figura umana è racchiusa entro un cerchio intersecato con un quadrato che già il filosofo greco Platone considerava perfette. Le due figure geometriche piane rappresentano infatti la perfezione divina. Il cerchio si riferisce al cielo mentre il quadrato rappresenta la terra. Quindi l’uomo proporzionando in esse entra in sintonia con cielo e terra. L’artista è colui che sa vedere e comprendere e riprodurre questa armonia.  

NEOPLATONISMO

NATURALISMO

Il pianeta verde, è un film del 1996, ambientato in un pianeta più progredito della Terra, che ha rinunciato alla tecnologia che distrugge l'ambiente per scegliere invece una vita in armonia con la natura. Lo sviluppo è indirizzato al potenziamento dell'energia mentale, mettendo al centro l'individuo e l'ambiente. Il loro modo di vivere ricorda le utopie rinascimentali, dove le risorse vengono distribuite a seconda delle necessità. 

REALISMO E UTOPIA

IL PENSIERO POLITICO RINASCIMENTALE

si caratterizza per due tendenze apparentemente antitetiche: il realismo politico di Machiavelli e i racconti utopisti.