CACCIA ALLE STREGHE – Dylan Dog

L’Inquisizione è l’istituzione ecclesiastica fondata dalla Chiesa cattolica per indagare e punire, mediante un apposito tribunale, i sostenitori di teorie considerate contrarie all’ortodossia cattolica.Le prime misure inquisitoriali erano state approvate nel 1179 dal Concilio Lateranense III. Fra esse, in particolare, il dettato del canone 27 legittimava la scomunica e l’avvio di crociate contro gli eretici.L’Inquisizione medievale si divide in due fasi, vescovile e legantina. La prima prevedeva che i singoli vescovi cercassero gli eretici e li sottoponessero a processo, culminante in una scomunica; vi sono però casi di uccisione da parte di forze civili contro i movimenti ereticali, visti anche come forza sovversiva. Nella seconda fase, il papa nominava degli inquisitori permanenti con poteri superiori al vescovo; contemporaneamente l’imperatore Federico II istituì la pena del rogo. Nel 1252, a causa di numerose uccisioni di inquisitori da parte di eretici, venne consentito l’uso della tortura (fino ad allora praticata solo nei processi secolari), comunque nella maggior parte dei casi trascurata; due anni dopo vengono istituite delle giurie popolari che dovevano affiancarsi all’inquisitore. L’inquisizione comminava solo pene spirituali, ma spesso a seguito di processi inquisitori veniva applicata la pena di morte da parte del potere secolare.Nell’ottobre 1483 fra’ Tomás de Torquemada viene nominato dai Re Cattolici Inquisitore Generale per la Castiglia, l’Aragona, il León, la Catalogna e Valencia, in base all’autonomia nella scelta dei giudici che i sovrani di Spagna avevano ottenuto da papa Sisto IV, che tuttavia non voleva farsi sfuggire il controllo di tale istituzione.Torquemada, con l’aiuto degli inquisitori a lui sottoposti (era infatti Inquisitore Generale di tutta la Spagna e le colonie), istituisce processi molto rigorosi nei confronti di quegli ebrei convertiti al Cattolicesimo (marranos) che fossero sospettati di falsa conversione.Nel 1492 il nuovo pontefice convince Torquemada a ritirarsi nel convento di Avila; ma anche dal convento riesce ad ottenere dai sovrani spagnoli Isabella I di Castiglia e Ferdinando II di Aragona, di cui era stato il fidato Confessore, di espellere gli ebrei dal regno di Spagna.Dopo tale espulsione si dedicò, con lo stesso rigore, ai processi nei confronti dei musulmani convertiti al cattolicesimo (moriscos) che fossero sospetti di falsa conversione.Nei quindici anni della sua gestione del tribunale i processi furono 100.000 (una ventina al giorno) mentre le condanne a morte furono 2.000. Ancora oggi il suo nome è associato indissolubilmente alla spietatezza delle torture che seppe infliggere agli ebrei sospettati di falsa conversione, alle donne accusate di stregoneria ed agli eretici.

L’Indice dei libri proibiti(in latino Index librorum prohibitorum) fu un elenco di pubblicazioni proibite dalla Chiesa cattolica, creato nel1558 per opera della Congregazione della sacra romana e universale Inquisizione (o Sant’Uffizio), sotto Paolo IV. Ebbe diverse versioni e fu soppresso nel 1966 con la fine dell’inquisizione romana, sostituita dalla congregazione per la dottrina della fede.

* Dopo che quasi essere raggiunto da un raggio, Martin Lutero crede per ricevere una chiamata. Insieme al monastero, ma presto sarà tormentata con quei pratici adottati allora per il cattolico della chiesa. Dopo al chiodo in una chiesa i relativi 95 teses, Lutero passa per essere perseguito. Fatto pressione su in modo che se riacquista il pubblico, Lutero se rifiuta di negare i relativi teses e sfidi al cattolico della chiesa per dimostrare che sono mancati e contraddire che chiodi bibbia. Excomungado, Lutero funziona via ed inizia la relativa battaglia per indicare che i relativi ideali sono corretti e che permettono all’accesso di tutta la gente il Dio. *


Roma pensava all’eliminazione di Lutero, Dio lo difendeva.
A migliaia le persone si scuotevano dal loro torpore mortale e aprivano gli occhi alla gioia e alla speranza di una vita felice.

Martin Lutero,(Eisleben, 10 novembre 1483 — Eisleben, 18 febbraio 1546), è stato un teologo tedesco. Fu l’iniziatore della Riforma protestante.

GOYA’S GHOSTS, directed by Mlios Forman and starring Natalie Portman, Javier Bardem, and Stellan Skarsgard, is a sweeping historical epic, told through the eyes of celebrated Spanish painter Francisco Goya (STELLAN SKARSGARD). Set against the backdrop of political turmoil at the end of the Spanish Inquisition and start of the invasion of Spain by Napoleon’s army, the film captures the essence and beauty of Goya’s work which is best known for both the colorful depictions of the royal court and its people, and his grim depictions of the brutality of war and life in 18th century Spain. JAVIER BARDEM is Brother Lorenzo, an enigmatic, cunning member of the Inquisition’s inner circle who becomes infatuated with Goya’s teenage muse, Ines (NATALIE PORTMAN), when she is falsely accused of heresy and sent to prison. In theaters beginning July 20th.

Lo sterminio dei Catari ad opera degli inquisitori, trattato in una puntata della trasmissione Atlantide.

Ammazzateli tutti! Dio riconoscerà i suoi.

Trailer van de film La Reine Margot (1994, Patrice Chéreau)

La notte di San Bartolomeo è il nome con il quale è passata alla storia la strage compiuta nella notte tra il 23 ed il 24 agosto 1572 dalla fazione cattolica ai danni degli ugonotti a Parigi in un clima di rivincita indotto dalla battaglia di Lepanto e dal crescente prestigio della Spagna. La vicenda è nota anche come Strage di san Bartolomeo o Massacro di san Bartolomeo. Anche se non unico, venne considerato «il peggiore dei massacri religiosi del secolo.»[2] In tutta Europa, fu «stampato in modo indelebile nelle menti dei protestanti la convinzione che il cattolicesimo [era] una religione sanguinaria e traditrice». da Wikipedia


La musica di Goran Bregović è la colonna sonora del film pluripremiato La Regina Margot (1994) di Patrice Chéreau la cui trama fa riferimento ai sanguinosi avvenimenti di cui sopra.