Tag: dinosauri

america: storia di un continente (p.2)

Posted on Luglio 30, 2012 in [email protected]

 

Per Nativi americani (chiamati anche in modo più o meno consono Indiani d’America, Pellerossa, Amerindi, Amerindiani, Prime Nazioni, Aborigeni americani, Indios) si intendono tutti i popoli indigeni che vivevano in America del Nord, America centrale e America del Sud prima della colonizzazione degli europei. Il loro sterminio rappresenta uno dei più gravi genocidi della storia dell’umanità, tanto che oggi sono una minoranza nel continente americano.

Soldato blu è un film del 1970, diretto da Ralph Nelson e ispirato agli eventi del massacro di Sand Creek.
Un convoglio che trasporta una ragazza, Katy, diretto a Fort Reunion, viene attaccato da un gruppo di Cheyenne e muoiono tutti eccetto un giovane soldato di nome Honus Gent e l’unica ragazza del gruppo, Katy appunto, che si rifugiano in alto su una collina. Finito l’attacco, Honus e Katy scendono sul luogo della battaglia, scoprono che l’oro trasportato è stato rubato e Honus prega per i morti; Katy lo prende in giro per questo (iniziando a chiamarlo “Soldato blu”) e difende i Cheyenne, anche perché era stata la moglie del loro capo, Lupo Pezzato. Mentre i due si dirigono verso il forte, dove il fidanzato di Katy la sta aspettando, Honus perde un calzino, torna indietro per un breve tratto e si trova faccia a faccia con gli Indiani; il loro capo lo sfida e dopo una zuffa Honus riesce a vincere, ma non ad uccidere il suo avversario, il quale viene accoltellato dai suoi compagni. Katy, felice, per la prima volta lo chiama per nome.

INDIANI D’AMERICA – Manifesto per i diritti della Terra. Questa lettera fu scritta dal capo dei Pellirossa Capriolo Zoppo nel 1854 al Presidente degli Stati Uniti Franklin Pirce.
Gli indiani d’America vivevano riuniti in tribù in ambienti diversi: praterie, montagne, lungo i fiumi e i laghi: erano spesso nomadi e dediti alla caccia e alla pesca. Ebbero i primi contatti con gli Europei dopo che iniziarono le migrazioni di inglesi nel continente americano. A poco a poco il numero dei bianchi aumentò sempre più costringendoli a ritirarsi in zone sempre più ristrette, per i massacri che subivano ad opera degli invasori, fino ad essere confinati nelle riserve. Ma questo non impedì all’uomo bianco di continuare a sterminarli fino alla quasi estinzione. Difatti attualmente i nativi d’ America sono circa 500 mila.

Il documento qui integralmente riprodotto è senz’altro una delle più elevate espressioni di sintonia dell’uomo col creato ed esprime la ricchezza universale dei “popoli nativi”, dei veri “indigeni” di ogni luogo della terra ed è la risposta che il Capo Tribù di Duwamish inviò al Presidente degli Stati Uniti che chiedeva di acquistare la terra dei Pellerossa.

“Il grande Capo che sta a Washington ci manda a dire che vuole comprare la nostra terra. Il grande Capo ci manda anche espressioni di amicizia e di buona volontà. Ciò è gentile da parte sua, poiché sappiamo che egli ha bisogno della nostra amicizia in contraccambio. Ma noi consideriamo questa offerta, perché sappiamo che se non venderemo, l’uomo bianco potrebbe venire con i fucili a prendere la nostra terra. Quello che dice il Capo Seattle, il grande Capo di Washington può considerarlo sicuro, come i nostri fratelli bianchi possono considerare sicuro il ritorno delle stagioni.

Le mie parole sono come le stelle e non tramontano. Ma come potete comprare o vendere il cielo, il colore della terra? Questa idea è strana per noi. Noi non siamo proprietari della freschezza dell’aria o dello scintillio dell’acqua: come potete comprarli da noi?

Ogni parte di questa terra è sacra al mio popolo. Ogni ago scintillante di pino, ogni spiaggia sabbiosa, ogni goccia di rugiada nei boschi oscuri, ogni insetto ronzante è sacro nella memoria e nella esperienza del mio popolo. La linfa che circola negli alberi porta le memorie dell’uomo rosso. I morti dell’uomo bianco dimenticano il paese della loro nascita quando vanno a camminare tra le stelle. Noi siamo parte della terra ed essa è parte di noi. I fiori profumati sono nostri fratelli. Il cervo, il cavallo e l’aquila sono nostri fratelli. Le creste rocciose, le essenze dei prati, il calore del corpo dei cavalli e l’uomo, tutti appartengono alla stessa famiglia. Perciò. Quando il grande Capo che sta a Washington ci manda a dire che vuole comprare la nostra terra, ci chiede molto. Egli ci manda a dire che ci riserverà un posto dove potremo vivere comodamente per conto nostro. Egli sarà nostro padre e noi saremo i suoi figli. Quindi noi considereremo la Vostra offerta di acquisto. Ma non sarà facile perché questa terra per noi è sacra. L’acqua scintillante che scorre nei torrenti e nei fiumi non è soltanto acqua ma è il sangue dei nostri antenati. Se noi vi vendiamo la terra, voi dovete ricordare che essa è sacra e dovete insegnare ai vostri figli che essa è sacra e che ogni tremolante riflesso nell’acqua limpida del lago parla di eventi e di ricordi, nella vita del mio popolo….

Balla coi Lupi – Film con Kevin Costner, l’accettazione del diverso nel mondo sconosciuto e affascinante degli Indiani d’America.

Charlie Chaplin – 1925 – La Febbre Dell’Oro

La vera storia del pirata Barbanera e la tratta degli schiavi.

Amistad (1997)

I Maya – Hernan Cortes Il Conquistatore

Incas – L’impero del sole

Apocalypto – 2006 – Nell’America di 600 anni fa la civiltà Maya sta per essere travolta dall’arrivo degli spagnoli, in realtà il suo declino è già cominciato. Nel profondo della foresta un popolo pacifico sta per conoscere il vero terrore, il sangue, il dolore, la morte. I terribili Holcane sono pronti a sacrifici umani per calmare il dio Sole. Il fiero Zampa di Giaguaro, un giovane eroe destinato al sacrificio, si salva ma è costretto a una disperata corsa, braccato come una preda. Vola verso il suo villaggio travolgendo tutto, difendendosi per sopravvivere. Perché in fondo al pozzo ha nascosto la sua famiglia e perché deve continuare a inseguire il proprio destino.

Il Pianeta dei Dinosauri 1993

Jurassic Park