Tag: abilità

analisi e sfruttamento didattico di un testo

Posted on novembre 7, 2016 in [email protected]@

esame-b-1 esame-b-2 esame-b-3 esame-b-4 esame-b-5

varietà dell’italiano

Posted on ottobre 23, 2016 in [email protected]@

italiano
scan_pic0001

scan_pic0002

 

scan_pic0004

scan_pic0005

scan_pic0006

scan_pic0007

scan_pic0008

scan_pic0009

scan_pic0010

scan_pic0011

scan_pic0014

scan_pic0015

scan_pic0016

scan_pic0017

scan_pic0018

scan_pic0019

scan_pic0020

scan_pic0022

scan_pic0023

scan_pic0024

scan_pic0025

capture

ESERCIZI:

a)Perché l’italiano va annoverato tra le grandi lingue di cultura?
Perché l’italiano è stato espressione di una civiltà prestigiosa tra il Medioevo e l’età moderna

b) Come si possono definire i dialetti italiani?
Sistemi linguistici derivati dal latino, come l’italiano e le altre lingue romanze

c) Che cosa si intende per «diglossia»?
La scelta, tra due codici, dell’uno o dell’altro a seconda della situazione comunicativa

d) I dialetti gallo-italici appartengono
Ai dialetti settentrionali

e) Quale, tra le seguenti, è una peculiarità dei dialetti toscani?
La gorgia

/) Quale caratteristica, tra le seguenti, è tipica dell’italiano e lo distingue da altre lingue?
La libertà di posizione dell’accento tonico

g) Quali, tra le affermazioni seguenti, sono vere e quali sono false?
V. L’italiano deriva fondamentalmente dal dialetto fiorentino del Trecento, nella elaborazione letteraria di Dante, Petrarca e Boccaccio
V. Fino all’unificazione nazionale l’italiano era usato soprattutto nello scritto
F. L’italiano della tradizione scritta ha solo pochi fenomeni di polimorfia
F. L’italiano è una lingua che si è molto trasformata nel corso dei secoli D D

h) Individua, in ogni coppia, la parola dotta:
mese D mensile
D floreale fiore
famiglia D familiare
vizio D vezzoso
flebile D fievole

i) Collega con una freccia ogni termine indicante una delle dimensioni di variazione della lingua (colonna di sinistra) con la sua definizione appropriata, tra quelle proposte nella colonna di destra:
l. diafasia — variazione legata al contesto comunicativo
2. diatopia — variazione legata allo spazio
3. diastratia — variazione legata alla posizione sociale del parlante
4. diamesia — variazione legata al mezzo comunicativo
5. diacronia — variazione legata al tempo

/) Che cosa si intende per italiano substandard?
La varietà di italiano che presenta fenomeni molto diffusi, ma non considerati corretti

LA MORFOLOGIA
a)Quale tra le seguenti definizioni vi sembra corretta?
L’unità minima della lingua dotata di significato

b) Che cosa marca la flessione nel nome in italiano?
Il genere e il numero

c) In relazione alla terminazione singolare/plurale, quante classi di nomi possono essere individuate in italiano?
Sei
d) Cosa si intende per mozione?
Il mutamento di genere grammaticale in rapporto al sesso
e) Negli aggettivi italiani
La comparazione è analitica e il superlativo si realizza in vari modi

f) Che cosa si intende per lingua PRO-drop?
Una lingua che, come l’italiano e il latino, consente l’omissione del pronome soggetto

g) Quando è possibile distinguere il si impersonale dal si passivante?
Solo quando il verbo è al singolare e il sostantivo a cui questo è riferito è al plurale

h) Nel sistema dei pronomi personali dell’italiano contemporaneo:
Lui e lei tendono a sostituire egli, ella soggetto; gli si usa anche per le e loro

I)Quali delle tre coniugazioni verbali italiane sono produttive?
La prima soprattutto, in parte la terza

l) Individuare le affermazioni corrette (V) e quelle non corrette (F), riguardo alle linee di tendenza del sistema verbale italiano
V. Il presente indicativo tende a comparire in luogo del futuro
V. L’imperfetto, talvolta, sostituisce il congiuntivo e/o il condizionale
F. Si è verificata la «morte» del congiuntivo
F.L’imperativo tende ad essere sostituito dal congiuntivo
V.Si diffonde l’uso di alcune perifrasi verbali
F.Il futuro anteriore è sostituito dal passato remotoscan_pic0001

scan_pic0002