locke e la conoscenza

          ... in teoria fra teoria e pratica non c'è differenza, 
                      ma in pratica c'è ... Yogi Berra
La meravigliosa vita dei filosofi, Masato Tanaka

INTRODUZIONE

L'empirismo mette al centro della riflessione filosofica l'esperienza, ma al tempo stesso complica il nostro rapporto con la realtà e il concetto stesso di realtà. L'esperienza non è semplicemente ciò che accade, ma soprattutto ciò che proviamo e il modo in cui percepiamo (e in una certa misura costruiamo, con le nostre attese e le nostre abitudini) la "realtà".
Ciò che è reale e ciò che non lo è. Her di Spike Jonze.

INGREDIENTI

VITA DI LOCKE
CONTESTO STORICO-CULTURALE
EPISTEMOLOGIA

STRUMENTI

MANUALE: La rete del pensiero - Loescher
VIDEO: Her di Spike Jonze
MAPPE
TESTO SIGNIFICATIVO: Saggio sull'intelletto umano di locke

SPIEGAZIONE

IL CONCETTO DI SOSTANZA

Riguarda il piano metafisico che non può essere conosciuto con i sensi ma deve essere individuato dalla ragione. La sostanza è ciò che "sta sotto", che si conserva nel divenire. Si contrappone l'accidente, ciò che accade ma non modifica la sostanza. Socrate può avere o meno la barba ma rimane sempre Socrate. 
Per Locke possiamo conoscere gli accidenti, i fenomeni, ma non la sostanza. Mette in discussione l'esistenza stessa della sostanza, tuttavia ne riconosce la funzione. L'analisi dei concetti chiave dei filosofi ci aiuta a conoscere meglio, a confrontare e a capire i problemi che si intende risolvere.  

IL TESTO

NOTE AGGIUNTIVE

In seguito Berkeley dirà che anche le qualità primarie dipendono dagli organi di senso umani. Riuscire a rendersi conto dell'esistenza di una mela dipende dalla differenza di colore rispetto allo sfondo e dalla sensazione provocata al tatto (qualità secondarie). Se non esistesse una mente che la percepisce, la mela non esisterebbe.